Smart Buildings, gli edifici intelligenti.

Cosa significa Smart Building? Cosa sono gli edifici intelligenti?

In media, le persone trascorrono l’80% della loro vita all’interno di edifici, quindi non è più sufficiente che le nostre case, uffici, ecc. ci offrano solamente rifugio e calore. Grazie allo sviluppo tecnologico, oltre a fornire vari servizi, possono essere realizzati edifici più efficienti, minimizzandone i costi e riducendone l’impatto ambientale, durante il loro ciclo di vita. 

Gli immobili rappresentano uno dei maggiori investimenti di capitale per le imprese. Non sorprende quindi che proprietari e amministratori, siano costantemente alla ricerca di nuovi metodi per semplificare le operazioni di costruzione e gestione dei loro edifici. I costi di costruzione sono spese significative. Sebbene si tratti di un investimento necessario, spesso l’edificio non viene realizzato e/o utilizzato in modo intelligente: viene sotto/surriscaldato, illuminato impropriamente magari in stanze non utilizzate, eccetera, eccetera. La motivazione principale di progettare un edificio intelligente è quella di evitare sprechi di energia e di risorse.

Il modello più semplice di Smart Building utilizza la tecnologia per condividere informazioni su ciò che sta accadendo in contemporanea tra i vari sistemi al suo interno, in modo da ottimizzarne il funzionamento. Queste informazioni vengono utilizzate per automatizzare i vari processi in atto: riscaldamento, ventilazione, condizionamento, sicurezza, eccetera.

La caratteristica principale degli edifici intelligenti, è la connessi tra i vari sistemi: contatori dell’acqua, pompe, unità RVC (riscaldamento, ventilazione e condizionamento), sistemi antincendio, impianto elettrico, di illuminazione, sistemi di accesso, eccetera. Grazie alla capacità dei sistemi presenti di comunicare tra di loro, l’edificio diventa “intelligente”. 

I sensori sono parte integrante degli Smart Building, svolgendo un ruolo importante nella raccolta dei dati, che poi vengono utilizzati per gestire al meglio le varie risorse. Ad esempio, possono fornire informazioni su dove si trovano le persone in determinate ore del giorno e in quali aree vi è un traffico più intenso. È importante che ci siano dei sistemi che raccolgano e analizzino le informazioni costantemente e in tempo reale. Questo monitoraggio continuo consente di impostare regolazioni automatiche in grado di controllare l’intero edificio.

Un vantaggio degli Smart Building, tra le altre cose, e’ rappresentato dall’aumento della produttività del personale, attraverso il miglioramento della qualità dell’aria, benessere fisico, sicurezza, igiene, illuminazione, disponibilità di spazio, eccetera. E naturalmente il consumo di energia viene ridotto. Un significativo risparmio può anche essere raggiunto in termini di manutenzioni. L’utilizzo dello spazio può essere migliorato sulla base di dati reali, che permettono di identificare le risorse sottoutilizzate e il potenziale degli ambienti poco o per nulla frequentati. 

Gli edifici intelligenti generano molti dati sul loro utilizzo, cosa che gli edifici tradizionali non fanno. L’uso di sensori e telecamere fornisce dati precisi su come vengono utilizzati gli spazi. I dati raccolti devono essere protetti in modo tale da evitarne un utilizzo improprio, in relazione alla normativa sulla privacy. 

L’implementazione di sistemi intelligenti in un edificio ha molti vantaggi, sia in termini di spesa che di impatto ambientale. Il concetto di Smart Building si sta gradualmente espandendo e, a causa degli innumerevoli vantaggi che offre, potrebbe presto diventare la norma. 

Ondřej Antoš

Coordino i progetti aziendali, al fine di soddisfare le vostre aspettative.